Dgr 682 – Mobilità formativa per l’Inclusione

POR-FSE-REGIONE-VENETO-loghi

FINALITA’

Il bando si inserisce in una cornice di intervento volta a promuovere l’inclusione sociale, puntando a sostenere i percorsi di vita e di lavoro di persone a rischio di povertà ed esclusione sociale.
Il principio che viene sancito è quello della garanzia del diritto al lavoro per tutti coloro che appartengono a fasce sociali svantaggiate, a rischio di esclusione, sia in relazione a problematiche strettamente personali che genericamente sociali.

La Regione del Veneto, attraverso il Fondo Sociale Europeo, intende mettere in campo azioni che facilitino il più possibile l’integrazione occupazionale, prevedendo misure espressamente rivolte alle persone svantaggiate, adottando un approccio che pone al centro la crescita della persona, agendo principalmente sull’incremento dell’occupabilità, attraverso percorsi di empowerment e di inserimento lavorativo.
Il bando promuove azioni volte al sostegno attivo di quelle persone che per motivi personali, sociali, economici e culturali, si trovano escluse dal mercato del lavoro e rischiano situazioni di emarginazione sociale e lavorativa. La finalità specifica è quella di migliorare la spendibilità delle persone svantaggiate sul mercato del lavoro attraverso un loro arricchimento e self-empowerment derivante dalla realizzazione di esperienze formative all’estero e in regione. La scelta di investire sulla leva della mobilita transnazionale e regionale per sostenere le fasce più deboli della società nasce dalla convinzione e consapevolezza che tale strumento è in grado di offrire ai destinatari un elevato arricchimento personale, sociale e culturale.

TITOLO DEL PROGETTO

Linea A: Cucina Inclusiva – ricette dell’autonomia
Cod. 1348-1-682-2016

LEAD PARTNER

KAIROS srl

OGGETTO

Il percorso intende offrire ai destinatari selezionati una formazione professionalizzante di gruppo finalizzata ad aumentare le competenze personali e lavorative, creando e rafforzando le competenze legate al settore della ristorazione e le competenze linguistiche al fine di inserirsi efficacemente nel contesto lavorativo maltese. Il percorso intende formare un Addetto alla ristorazione in grado di supportare i cuochi nella realizzazione di antipasti, primi piatti, secondi e dessert, curando la fase di preparazione degli ingredienti, la loro corretta conservazione, seguendo la cottura sulle specifiche date, curando l’igiene e la pulizia della postazione di lavoro e delle attrezzature. In particolare, su specifica richiesta dei Soggetti Ospitanti, i destinatari saranno in grado di realizzare impasti per pasta fresca e panificati.
I docenti madrelingua del Partner operativo London School, specializzata nella formazione linguistica dei disabili, allineeranno e perfezioneranno le competenze in lingua inglese del gruppo dei destinatari con una specifica UF offrendo così un aumento delle abilità comunicative in previsione della mobilità a Malta.
L’obiettivo dell’intervento formativo proposto è l’acquisizione e il miglioramento delle competenze della figura professionale dell’addetto alla ristorazione, al fine di arricchirne il bagaglio professionale e linguistico e di migliorarne conseguentemente l’inserimento lavorativo a Malta.
Al termine dell’intervento formativo il destinatario sarà quindi in grado di:
– Immagazzinare e prelevare le materie prime e conservare i prodotti finiti
– Gestire tempi e metodi di lavoro in cucina in modo efficiente
– Conoscere le operazioni preliminari alla preparazione dei piatti
– Conoscere le principali tecniche di cottura nel rispetto delle norme igieniche
– Realizzare la base dei prodotti da forno
– Comunicare in lingua inglese nel contesto organizzativo di lavoro maltese

DESTINATARI

In totale l’intervento coinvolge 6 destinatari con disabilità.
Si fa riferimento ai soggetti disabili indicati nella Legge n. 68/1999, e alla definizione generale della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, adottata dall’ONU il 13/12/2006 e ratificata dall’Italia con Legge n. 18/2009, secondo cui le persone con disabilità includono quanti hanno minorazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali a lungo termine che in interazione con varie barriere possono impedire la loro piena ed effettiva partecipazione nella società su una base di eguaglianza con gli altri.
I destinatari sono stati selezionati in base ai seguenti criteri minimi:
– residenza sul territorio regionale
– età minima 18 anni, con priorità a coloro che hanno meno di 25 anni e alle donne
– è stato privilegiato chi possiede un livello almeno B2 in lingua inglese ed un titolo di studio o un’esperienza pregressa nelle competenze oggetto dello stage e/o certificazioni di sicurezza nella manipolazione degli alimenti.

SCADENZE

Adesione al progetto: 09/09/2016
Presentazione del progetto: 30/09/2016

PERIODO DI EROGAZIONE DEI CORSI

Periodo di svolgimento del progetto: entro 12 mesi dalla data di approvazione (indicativamente Novembre 2017)

STRUTTURA DEI CORSI

Il progetto è strutturato nelle seguenti attività:
ORIENTAMENTO DI GRUPPO e INDIVIDUALE, FORMAZIONE DI MEDIA DURATA DI GRUPPO, TIROCINIO IN MOBILITA’ (a Malta, della durata di 2 mesi), PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE LINGUISTICA e TIROCINIO IN VENETO.

PUBBLICIZZAZIONE