Passaggio generazionale: rischi e opportunità

Presentazione

Uno dei momenti cruciali per la sopravvivenza delle aziende a conduzione familiare è il passaggio generazionale, il momento in cui la “vecchia guardia” si trova a dover cedere il passo alle “nuove leve” oppure, come nel caso in questione, il passaggio avviene in maniera traumatica e improvvisa. E’ una fase delicata della vita aziendale, un passaggio critico e un momento complesso, che coinvolge diverse dimensioni della gestione dell’impresa e della famiglia: la sovrapposizione tra Sistema Famiglia e Sistema Impresa mette in gioco dinamiche ed interessi contrapposti (scelte strategiche, processi di gestione e di governance, cultura e valori).

La transizione generazionale presenta rischi e opportunità. Il rischio più forte è che il passaggio non avvenga, determinando l’interruzione dell’attività imprenditoriale.

La situazione iniziale

La ditta Z. opera da più di 30 anni nel settore delle finiture d’interni, in collaborazione con una fitta rete di fornitori locali, alcuni dei quali rivenditori leader del compartimento. La lunga esperienza nel settore ha permesso di sviluppare un vasto assortimento di prodotti: pavimenti e rivestimenti in ceramica, grés porcellanato, cotto fiorentino, parquet in legno, mobili ed accessori per il bagno, stufe in maiolica, caminetti. La posa in opera viene effettuata da personale specializzato. Il laboratorio interno per la lavorazione del marmo e del granito permette di realizzare: rivestimenti per caminetti classici, rustici e moderni eseguiti su misura; ripiani in marmo e granito per cucine, bagni e negozi; greche e sassi anticati, mosaici e rosoni anche su disegno, lavorazioni in genere per l’edilizia e l’arredamento (davanzali, scale, bagni, lavelli scavati). Si tratta di una realtà che è riuscita a mantenersi altamente competitiva, nonostante la grave crisi che ha investito il settore dell’edilizia negli ultimi anni. Di recente il titolare F. Z. è deceduto a causa di un incidente sul lavoro.

Il sig. Z., gestiva l’azienda in maniera patriarcale mantenendo il controllo su tutto il processo e, come spesso avviene in questi casi, delegando poco, ma con grandi capacità intuitive visto che, nonostante il suo settore sia stato travolto dalla crisi dell’edilizia, è riuscito a mantenere un fatturato costante che si aggira intorno ai 4mln di euro.

Quando vengono a mancare tali figure rimane il vuoto organizzativo. Così è avvenuto anche in Z. dove il figlio del titolare si è trovato a gestire da un giorno all’altro un’azienda avendo svolto in precedenza il lavoro da impiegato che si occupava della vendita. La morte del titolare ha creato instabilità anche nei rapporti tra i dipendenti, i quali non riconoscono ancora il ruolo di leader del figlio. Diventa per ques necessario gestire la successione in modo strategico, per permettere all’impresa di competere e crescere con successo, senza metterne a repentaglio la continuità.

La soluzione – L’intervento realizzato

La ditta Z. si è rivolta a Kairos per essere supportata in questo difficile passaggio.

Obiettivo del nostro lavoro è stato dare supporto all’azienda e al nuovo titolare per gestire le criticità e sfruttare questo momento di revisione della realtà aziendale, attraverso un’analisi dei fattori di forza e di debolezza dell’impresa, e aprire la strada all’impostazione di nuove strategie di crescita e di sviluppo, quali la ridefinizione o redistribuzione delle responsabilità gestionali, l’acquisizione di nuove competenze gestionali, il miglioramento dei processi interni, innovazioni di processo e di prodotto, il rafforzamento del brand aziendale.

Per poter affrontare queste sfide, è stato necessario pianificare un percorso complesso di formazione e consulenza, per permettere al titolare e ai responsabili di funzione di acquisire non solamente le competenze hard, cioè legate a conoscenze specifiche e tecniche, ma anche soft, di tipo relazionale e comunicativo:

  • La presa di decisione e la condivisione di decisioni
  • La gestione motivante del gruppo
  • Il mantenimento dell’armonia in azienda e il coinvolgimento attivo dei dipendenti

Kairos ha accompagnato l’azienda con due interventi consulenziali:

  • Coaching a supporto della nuova dirigenza
  • Consulenza per la definizione dei processi organizzativi

Il primo intervento aveva l’obiettivo di accompagnare la dirigenza supportando l’assunzione di ruolo e l’esercizio della leadership, riducendo così tensioni e conflitti.

Il secondo intervento, la consulenza per la definizione dei processi organizzativi, aveva come obiettivo definire una strategia che orientasse la Direzione nella riorganizzazione dei processi aziendali, analizzando la struttura organizzativa dell’impresa e la complessità delle attività organizzative e fornendo gli elementi fondamentali al fine dell’implementazione di un efficace sistema informativo interno.

Il progetto ha visto la realizzazione di 5 interventi formativi con il coinvolgimento di tutti i responsabili di funzione e del titolare:

  1. Team Building” per costituire e rafforzare un gruppo di lavoro coeso e produttivo. Lavorare bene con gli altri, collaborare in modo positivo, dinamico, efficace. Il passaggio generazionale è accompagnato spesso da un certo grado di sfiducia nei confronti delle “nuove leve” da parte dei dipendenti, i quali faticano a riconoscerne la leadership. Valorizzare le risorse umane, analizzare i loro bisogni e dare risposta a eventuali problematiche interne e quindi ricreare un clima di fiducia reciproca è fondamentale.
  2. Gestione per Processi, organizzazione  e misura delle prestazioni aziendali” per supportare i referenti aziendali nel migliorare ogni passaggio, onde superare le eventuali criticità ed inefficienze che possono influenzare il prodotto/servizio finale erogato. Questa maturazione avviene partendo da una analisi e consapevolezza dell’esistente, spesso influenzato da regole, abitudini e comportamenti individuali non sempre finalizzati all’efficienza.
  3. Dal Brand al Web Marketing: strategie per innovare l’azienda”, per fornire strumenti pratici e operativi per  promuovere e rafforzare il brand su internet. Finalità del percorso: rafforzare le competenze strategiche ed operative per sfruttare al meglio le nuove tecnologie.
  4. La gestione del magazzino”, per l’ottimizzazione del flusso delle merci ed il contenimento dei costi delle scorte tramite l’applicazione di procedure, condivise anche con fornitori e clienti, e di tecniche di gestione delle scorte.
  5. Riorganizzazione della rete vendita”per valutare la complessità del lavoro di vendita acquisendo elementi utili per ridurre i costi di gestione dell’attività e tecniche di gestione di una trattativa efficace.