Progetto digitalizzazione per i comuni dell’Alta Padovana

0

Grazie ad un cospicuo contributo finanziato dalla Regione Veneto, la Federazione dei comuni del Camposampierese e l’Unione dei Comuni di Padova Nord Ovest, 16 enti di cui 14 comuni e 2 unioni di comuni, avranno la possibilità di avviare la prima parte del progetto sperimentale di digitalizzazione di una rete di comuni a livello regionale nel rispetto del nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati personali GDPR che entrerà a regime a partire dal prossimo 28 maggio.

L’iniziativa è promossa da ASI s.r.l. (società di servizi partecipata dai comuni dell’alta padovana e da Etra) in collaborazione con Kairos s.r.l., partnership che consentirà di coniugare il sapere tecnologico detenuto da ASI, con quello dei migliori modelli organizzativi detenuti da Kairos e permetterà agli Enti non solo di adeguarsi ai nuovi obblighi di legge sulla sicurezza informatica e sulla protezione dei dati personali ma di riconsiderare i propri processi in un’ottica di modernizzazione e di miglioramento del servizio al cittadino.

Secondo l’AD KAIROS, Enrico Badin: “l’obiettivo del progetto è quello di digitalizzare la Pubblica Amministrazione semplificando le procedure amministrative, snellendo i processi, attraverso l’automazione e la reingegnerizzazione dei processi secondo moderne tecniche di lean-it. Il progetto punta ad un’amministrazione veloce, efficiente e soprattutto vicina al cittadino e alle attività produttive che riduca al minimo lo spreco di tempo e denaro per il cittadino e le imprese.
Obiettivo finale è implementare un germe dell’eccellenza organizzativa che punterà in seguito ad ottenere la certificazione del modello di eccellenza secondo gli standard EFQM riconosciuto a livello internazionale”

Dal Gazzettino di Padova del 13 gennaio 2018

apri l’articolo